Il cuore di Ben Stiller

Tempo di lettura stimato: 3 minuti.
Letto 38 volte.

Mitty posterSu facebook curo un album che si chiama “Best of“, diviso per anni, dove butto dentro i poster o le copertine delle cose che ho visto/letto/sentito/giocato e che mi sono piaciute di più nel corso dell’anno. Quest’anno nella cartella c’erano solo sette film, meno della metà dell’anno scorso. L’ottavo film l’ho aggiunto ieri, ed è il nuovo lavoro da regista di Ben Stiller.

Finalmente il buon Ben si libera del fardello dei film scemotti/demenziali e si esprime liberamente, appieno, donandoci un film splendido, magico, rilassante, liberatorio anche per noi.

Non è un film perfetto, ma sinceramente non mi va per niente di parlare dei trascurabilissimi difettucci: primo perché mi ha stancato questa abitudine diffusa di dover per forza sempre trovare dei difetti da criticare in ogni cosa, secondo perché i pregi li surclassano con nonchalance.

Walter Mitty è un personaggio che nasce da un racconto, adattato un paio di volte, blablabla, andate su wikipedia.

Nella versione di Ben Stiller, Mitty lavora allo sviluppo negativi della rivista Life, e il film romanza sulla chiusura della versione cartacea, effettivamente avvenuta nel 2007. La scelta del lavoro di Mitty non è casuale, perché tutto il film è incentrato sia sulla fotografia sia su quello che non è il motto di Life, ma la dichiarazione d’intenti che il fondatore della rivista, Henry Luce, diede nell’editoriale del primo numero, nel 1937:

 

Vedere cose lontane migliaia di chilometri, cose nascoste dietro le pareti e nelle stanze, cose pericolose da raggiungere e da avvicinare… vedere ed essere stupiti. Questo è lo scopo della vita.

Ben Stiller dirigeLa fotografia è la chiave di volta su cui verte tutta l’opera. In ogni inquadratura sono studiati alla perfezione il colore e la composizione, ma anche il dinamismo e la mimica. Un’estetica curata che in alcuni momenti ricorda Wes Anderson.

La vita media di un impiegato medio e sognatore è raccontata tramite le immagini e soprattutto tramite le visioni del protagonista, che sono efficacissime soprattutto grazie a un montaggio intelligente e davvero perfetto che stupisce più di una volta.

Brillante e non banale il cast: c’è un Adam Scott antipaticissimo che con quella barba è fenomenale, e c’è Kristen Wiig, grandissima autrice comica, nominata per quattro anni di fila agli Emmy per le sue comparsate al Saturday Night Live.

E poi c’è la cosa più ovvia, ma mai scontata, soprattutto in questi giorni maledetti che stiamo vivendo oggi: l’autoscoperta. Mitty è uno che sogna a occhi aperti e non riesce a realizzarsi pienamente. Quando trova il coraggio per mettersi in moto, comincia il percorso di autoconoscenza che lo condurrà a capire lo scopo della vita. O almeno, della sua. Nel suo percorso interiore, Mitty sognerà sempre meno, perché intento a vivere davvero. Il percorso dell’eroe, insomma.

Ben Stiller è Walter MittyDove c’è bella fotografia, c’è sempre anche tanta poesia, e concetti profondi come il “qui e ora” vengono accompagnati con una maestria sorprendente da una colonna sonora strepitosa, che coglie lo spirito del film e lo potenzia fino alla commozione. C’è una scena – il centro del film – che pur essendo abbastanza povera narrativamente, è capace di emozionare fino alle lacrime uno spirito anelante.

In questa offerta tumultuosa di film chiassosi, confusionari, caotici, Walter Witty è un’oasi di pace, un film che lascia una sensazione di tranquillità e dolcezza, e che cresce dentro nei giorni successivi. Vedetelo.

Segue un intervallo musicale.

        

5 commenti.

  1. Ping da Recap 2013 » Cronache di un disadattato :

    […] Marco Gonzo Giardi su Facebook su Il cuore di Ben Stiller http://www.yout ube.com/watch?v =DjV2GXxrEMI – il 23-12-13, 12:56 […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

xD ^_^ XP O_O >:0 >:( ;) :| :zzz: :zomg: :wink: :vendetta: :uhoh: :uhm: :twisted: :triste: :tremo: :timido: :testata: :teach: :suocera: :stuck: :stress: :specchio: :solo: :solo2: :snob: :snob2: :smug: :sisi: :sgrunt: :seghe: :sbav: :rulla: :rotfl: :rosica: :roll: :prr: :prostro: :popcorn: :old: :obidance: :o :nonsifa: :nono: :no: :nerd: :mibullo: :malvagio: :mah: :lul: :look: :lol: :lecchino: :impiccato: :ihihih: :idrofobo: :idea: :fag: :facepalm: :evvai: :evil: :ehm: :eheh: :eh?: :doh: :disperato: :cry: :crasd: :contratto: :ciao: :cheer: :censura: :cattivo: :caffe: :boh: :blush: :blabla: :baci: :asd: :arrow: :applausi: :ammicca: :] :V :S :P :D :?: :* :) :( :!: 8) ._.